Archivio di novembre 2006

Civitas

Jacopo Nacci, 22 novembre 2006

DA: sain.tjago@gmail.com
A: ministero@ministero.it Gentili Responsabili del sito del Ministero,
vi informo che il sito xxyyzz (www.xxyyzz.it), che si propone come una vostra succursale per il reperimento di annunci di lavoro, richiede informazioni personali nel completamento del form di iscrizione, ma, quando uno ha ricevuto username e password e prova a entrare, compare una finestra che sostiene che il sito potrebbe essere falso (si spaccia per un sito che non è) o che comunque la licenza non sembra valida o qualcosa del genere. In ogni caso sono passato sulla home del sito del Ministero e ho riscontrato che il banner che rimanda a xxyyzz è sovrapposto ad alcuni link, come fosse posticcio, insomma assomiglia a un tentativo di contraffazione operante dall’esterno. Ve lo segnalo in modo che possiate contrastare eventuali infiltrazioni o aggiustare un lecito servizio che però può dare adito a fraintendimenti. Cordiali saluti.
J.

DA: ministero@ministero.it
A: saint.jago@gmail.com
Egregio Signore
La ringraziamo della segnalazione
Inoltriamo all’help desk
Cordiali saluti
Consulente 10

DA: helpdesk@mrxl.com
A: sain.tjago@gmail.com
Gentile Utente,
La invitiamo a fornirci di un recapito telefonico per poterla contattare
Cordiali Saluti
Help Desk MRXL

DA: sain.tjago@gmail.com
A: helpdesk@mrxl.com
Il numero è *********, ma dubito di riuscire a dirvi qualcosa di più specifico.
Saluti.
J.

-Pronto?
-Il signor J.?
-Sì, chi parla?
-Sono il responsabile dell’helpdesk di xxyyzz.
-Buongiorno. Mi dica.
-Cos’è questa storia?
-Bé, ho segnalato innanzitutto l’esistenza di una finestra che può risultare un poco allarmante e…
-Non esiste nessuna finestra, io questa finestra non l’ho mai vista, se questa finestra la vede lei e dice cose false, io non posso farci niente. Poi sentiamo: ho sentito qualcosa a proposito di banner… sentiamo, mi dica.
-Ho detto che sulla home del Ministero il banner è sovrapposto ad altri link.
-Guardi: io non penso proprio, sa? Io sulla home del Ministero vedo il banner benissimo, e non c’è nessun link, guardi un po’! Adesso lei mi dica che browser usa.
-Firefox.
-Aaah, lei usa faierf… aaah, aaah! Allora, la prossima volta, invece di scrivere lettere di segnalazione, si guardi internet con internet explorer e vedrà che cose spiacevoli non le capiteranno più. Chiaro? Tutto chiaro?
-Chiarissimo.
-Bene. Arrivederci.
-Arrived…
Clic.

DA: info@xxyyzz.it
A: sain.tjago@gmail.com
Gentile utente,
il suo username è ******* e la sua password è ********. Una volta entrato potrà cambiarli con quelli che preferisce.

www.xxyyzz.it

LOGIN
Inserire username e password.

Siamo spiacenti. Username o password errati.
Riprova.

Inserire username e password.

Siamo spiacenti. Username o password errati.
Riprova.

SEI NUOVO? REGISTRATI
Nome:******
Cognome:*****
CF:*****************

Attenzione! I dati immessi appartengono a un utente già registrato!
Torna alla home

LOGIN
Inserire username e password.

Siamo spiacenti. Username o password errati.
Riprova.

Ecco

Jacopo Nacci, 15 novembre 2006

Caro J.,
le scrivo in qualità di amministratore dell’Istituto La Casa della Gioia per domandarle quante persone le abbiano telefonato per iscriversi al corso di filosofia che lei terrà presso il nostro Istituto La Casa della Gioia.
Saluti.
L.

Caro L.,
le scrivo per comunicarle che finora non si è iscritto nessuno, tanto che io per primo credevo che i volantini non fossero ancora stati lanciati. Avendo trascorso la primavera e l’estate e buona parte dell’autunno a preparare questo corso, sono piuttosto preoccupato.
Saluti.
J.

Caro J.,
le scrivo per comunicarle che i volantini sono stati diramati dal nostro Istituto La Casa della Gioia da circa una settimana, in numero di ben 200 copie delle quali 120 sono state spedite al collegio dei giovani ingegneri idroelettrici di Pisa in trasferta, mentre 80 sono state inviate agli anziani che seguivano i corsi di computer per anziani. Evidentemente non c’è stato il riscontro sperato.
Saluti.
L.

Caro L.,
credo che sia indispensabile destinare i volantini informativi anche ad altri luoghi: le strade della città, le facoltà – per esempio scienze della formazione e scienze della comunicazione, dato che il corso prevede di analizzare i suddetti temi dal punto di vista della filosofia antica – senza tralasciare biblioteche e palestre, essendo il corso aperto a tutti e studiato per essere di facile accessibilità.
Saluti.
J.

Caro J.,
in qualità di amministratore dell’Istituto Casa della Gioia potrò chiedere alla nostra tirocinante iscritta al corso di scienze della formazione di portare volantini in numero di due o tre, che farò appositamente stampare, presso quella facoltà.
Saluti.
L.

Caro L.,
lasci pur tranquilla la sua tirocinante: verrò personalmente a stampare a mie spese altri volantini e a distribuirli in città.
Saluti.
J.

(Calcio alla sedia, lancio della pila di libri paper e appunti, imprecazione, pugni stretti, occhi chiusi. Squilla il telefono)

-Pronto?
-Pronto…
-Sì, chi parla?
-Io sono Sandro Garelli.
-Buonasera Signor Garelli, cosa posso fare per lei?
-Ecco.
-…
-Ecco. Io leggo qui… aspetti che metto gli occhiali… io leggo qui il volantino della Casa della Gioia “Le strategie dell’anima… filosofia… educazione etica e comunica… comunicazione”.
-Sì.
-Ecco. Io voglio sapere delle cose.
-Certamente: sono qui per questo. Mi dica.
-Ecco. Insomma. Ma questo non è un corso del computer per gli anziani.
-No, Signor Garelli: è un corso di filosofia.
-Ecco. Ma io non voglio mica fare questo corso.
-Non c’è problema Signor Garelli, a sua discrezione.
-Ecco. Ma io avevo detto di mandarmi le cose di quando facevate il corso del computer.
-Capisco Signor Garelli.
-Ecco. Non del corso di filosofia. E cosa diamine me ne frega a me del corso di filosofia? Niente.
-Immagino, Signor Garelli: credo che debba rivolgersi alla Casa della Gioia e chiedere che le siano mandate solo le informazioni relative ai corsi di computer.
-Ecco. Ma ci sono dei corsi del computer che cominciano o no? Eh.
-Non lo so, Signor Garelli, ma può tranquillamente domandarlo alla Casa della Gioia.
-Ecco. Appunto. Insomma. Eh.
-…
-Ecco. Aspetti. Io qui leggo “filosofia”… ma son cose importanti queste, mica si può. Faccia un po’ vedere: “Socrate”… e chi lo sa cosa dice Socrate, no?
-Be’ vede…
-No! Dice pace e volersi bene. Ecco. No?
-…
-Ecco. Mica si può, e chi sa davvero cosa dice Socrate? Nessuno. Son cose serie, queste. Insomma.
-L’insegnante si è laureato con una tesi sulla filosofia socratica, Signor Garelli.
-Ecco. Ma cosa diamine c’entra con il computer? Non c’entra niente.
-Niente, indubbiamente.
-Ecco. Appunto.
-…
-Comunque grazie. Lei è stato molto gentile.
-Grazie a lei, Signor Garelli.
-Ecco.

Clic.

(Rimettere in piedi la sedia, raccogliere i libri e gli appunti, stringerli a sé, chiudere gli occhi, sentire l’amore).