Aprile (2008)

Jacopo Nacci, 28 aprile 2008

-È che i grillini sono fascisti.
-Anche Berlusconi è fascista.
-Più la Lega.
-No, direi che Berlusconi è fascista.
-Più Grillo.
-Più la Lega.

-È che non c’è più coscienza di classe, e non si forma più, la classe.
-No, anzi: si parla troppo degli omosessuali.
-Sì, Veltroni è riuscito nel capolavoro di annientare la sinistra.
-Esatto: Bertinotti è riuscito nel capolavoro di annientare la sinistra.

-Bisogna aprirsi al popolo. Capire. No, non capire: comprendere.
-Ma non esiste più il popolo: c’è solo la piccola borghesia.
-Bisogna aprirsi alla piccola borghesia?
-Boh? E non siamo noi piccola borghesia?
-Così scolarizzata? Possibile?

-Ma siamo davvero così scolarizzati, poi, o è solo un innesto su una base piccolo borghese che comunque determina il risultato? Non saremo solo scolarizzati?
-Nel qual caso all’intellettuale non si può far colpa d’aver abdicato alla propria funzione, giacché non è intellettuale bensì piccolo borghese.

-Io credo che il fascismo sia un’assenza di sentire che lascia via libera a una strumentalizzazione di ogni soggetto singolare e irripetibile, di ogni soggetto che ha un valore: il fascismo manipola perché non avverte il valore.
-No, io credo che anzi il fascismo faccia della singolarità un diritto a esorbitare dalla legge. Credo che il fascismo sia piuttosto l’assenza di logica, di linguaggio e quindi di giustizia giusta, uguale per tutti.
-Ma noi chi siamo? Dove siamo, e perché siamo lì? E cosa vogliamo, noi?

Segui il rizoma

Bologna-Pesaro ICplus Rossini Mamma: - Hai deciso chi invitare per il tuo compleanno? Figlio: - Sì, invito Norman… Loris… Denis… Antonio… Mamma...
Nella condizione irrevocabile (2.0) Go Nagai, Mao Dante, 1971 In questo momento mi trovo a due anni da te. È la prima volta che vengo nel futuro a fare la stagione. Fare avanti e ind...
Delitti familiari -Fatto buon viaggio? -Direi di sì, posto a sedere, finestrino aperto, dai. -Insomma il solito schifo. -No, pa'. Ti sto dicendo che è and...
In merito alla terapia Per quanto il dato fosse già di pubblico dominio grazie all’abbondanza di letteratura sull’argomento, ammetto che senza nemmeno ren...

9 commenti a “Aprile (2008)”

  1. benvenga ha detto:

    Già.

  2. mamikazen ha detto:

    Così a occhio e croce, direi un lucano.
    Personalmente però preferirei una moretta.
    Dove andavi, con quell’inquietante scatolone?

  3. RottamieViolini ha detto:

    E da dove veniamo? E cosa mangiamo?
    La funzione dell’intellettuale?!?!
    Mò so’ccazzi.

  4. utente anonimo ha detto:

    Bastardo dentro :-)

    chik67

  5. anarcadia ha detto:

    “I giovani di oggi non si rendono conto di quanto sia repellente un piccolo-borghese”

    Pier Paolo Pasolini

  6. deasimo ha detto:

    Aggiungerei anche
    – è che la gente è stanca
    – degli extracomunitari
    – degli evasori fiscali
    – no più degli extracomunitari

    – io credo che il fascista non esiste più. è nel bagno dell’Octopus a tirare di coca
    – io credo che il comunista non esiste più. mentre il partito pensa che per riconquistare la base bisogna ripartire dalla falce e il martello.

    – Ma noi chi siamo? dove andiamo? cosa vogliamo?
    – la gente è stanca

    s

    (una vecchia conoscenza… ti leggo spesso, grande Jago!)

  7. anarcadia ha detto:

    Non capisco perchè la mia citazione appaia senza nome. E’ di Pasolini, ovviamente.

  8. jacopo nacci ha detto:

    @Anarcadia
    Perché hai scritto male il tag del link.
    Pocomàle, si capiva. ;)

    @Deasimo
    Accomodati. :)

    @Chik
    Non è colpa mia, ma della società.

    @Benvenga
    Già.

  9. anarcadia ha detto:

    “Non è colpa mia, ma della società”

    AHAHAHAHHA!!!

Pubblica un commento