Bèbi Dai Di'

Jacopo Nacci, 5 Maggio 2008

-P-paaa…
-Adesso, adesso ci arriviamo da papi. Guarda: dopo quell’angolo c’è papi.
-Paaa…
-Paaa-pi. Di’: “Paaa-pi”.
-Pa…
-Pi!
-Pa…
-Pi! Dai, di’: “Pa-pi”.
-Pa…
-Pi!
-…Papà!
-Certe volte fai piangere mami, sai?

Segui il rizoma

Non alla patria, non al linguaggio, tanto meno ai ... -Guarda. Ecco, guarda: respira? -Eh? -Il coniglio. -Eh. Cosa. -Sta respirando? -Presumo di sì: è vivo. -No, dico: lo vedi? Vedi la sua p...
Verso il muro Mi sveglio: sto male, mi fa male il cuore come quella volta a natale. Sono scivolato verso il fondo del letto e tu non sei di fianco a me: sei di tra...
Ex villaggio olimpico state of mind Scendendo dal treno a Torino eri sereno, andavi a vedere la foresteria dove una camera singola ti attendeva e ti avrebbe accolto per tre mesi invernal...
A Pàlados domani a Camilo: in relazione all'adesione estetica Stamattina, poco prima di svegliarmi, ho creduto di essere a casa, all’isola di Pàlados...