Bèbi Dai Di'

Jacopo Nacci, 5 maggio 2008

-P-paaa…
-Adesso, adesso ci arriviamo da papi. Guarda: dopo quell’angolo c’è papi.
-Paaa…
-Paaa-pi. Di’: “Paaa-pi”.
-Pa…
-Pi!
-Pa…
-Pi! Dai, di’: “Pa-pi”.
-Pa…
-Pi!
-…Papà!
-Certe volte fai piangere mami, sai?

Segui il rizoma

Di fronte a lui (clicca sulle tavole per ingrandirle) Di fronte a lui, Alessandro Baronciani e Jacopo Nacci. Apparso su "Concrete - lo spirito contin...
One day one trip 7 18:48 Capo: -Perché non gli interessa? Jago: -Ha detto che sono sopravvissuti finora senza, e non hanno voglia di affrontare la spesa, ci pense...
Trappola — Bene, adesso facciamo che tu sei la tua cacca. - Bene, sono la mia cacca. - Come ti vedi? - Mmm. Un bel cubotto di cacca, inodore, di color gi...
St. Elmo’s Fire (ecco i miei denti) Il primo non può farcela, sai? Lo vedo, trasuda rabbia, è nervoso. Anche il suo corpo tradisce qualcosa della devianza repressa. La provincia fa male,...