Chiba City Blues

jacopo nacci, 23 marzo 2011

Ora di pranzo. Sento delle voci dalla finestra aperta.

– Mariaterè-saaa!
– Ciao Gaietta! Vai a mangiare? Salutami la mamma.
– Sì ma ho già mangiato due barrette Kinder.
– Due barrette Kinder?
– Sì.
– Si vede, che hai mangiato due barrette Kinder: sei piena di energia. Kinder: ti riempie di energia!*

*io i due punti un po’ li ho sentiti

Segui il rizoma

Non alla patria, non al linguaggio, tanto meno ai ... -Guarda. Ecco, guarda: respira? -Eh? -Il coniglio. -Eh. Cosa. -Sta respirando? -Presumo di sì: è vivo. -No, dico: lo vedi? Vedi la sua p...
A Pàlados domani a Camilo: in relazione all'adesione estetica Stamattina, poco prima di svegliarmi, ho creduto di essere a casa, all’isola di Pàlados...
Verso il muro Mi sveglio: sto male, mi fa male il cuore come quella volta a natale. Sono scivolato verso il fondo del letto e tu non sei di fianco a me: sei di tra...
One day one trip 3 16:28 Capo: -Perché stai contattando l’albergo? Jago: -Non devo? Capo: -Certo che no: è già stato contattato a marzo. Jago:...