Cose preziose

jacopo nacci, 3 novembre 2011

Quello che leggevo era la mia vita, i miei pensieri, ero io che parlavo con un amico in un pub di Bologna o io che mi barcamenavo tra improbabili standard igienici in alloggi universitari, io che cercavo di capire qualcosa di politica municipale.

Da Parole vecchie ma ancora nucleari (prima parte) di Tom Bombadil.

Segui il rizoma

Adamo e Costola Oggi esce Costola, antologia di racconti illustrata, con dentro Alessandro Ansuini, Giovanni Di Iacovo, Pippo Balestra, Jacopo Nacci, Diego Fontana, M...
And the radio plays ...Ad aumentare l’interesse per il progetto è il fatto che la CNP ha compiuto un gesto di estrema emancipazione dai meccanismi editoriali di questo ...
La vita dietro le tastiere Intrattenimento. Questa è la chiave. Noi non siamo scrittori, siamo intrattenitori. "Facce ride". Siamo i pagliacci seduti sulla vasca piena d'acqua...
L’Acheronte del nonno Su Scrittori Precari, L'Acheronte del nonno, il racconto che ho letto a Torino una sega: È in quell’istante che la porta della sala si piega verso...

2 commenti a “Cose preziose”

  1. jacopo nacci ha detto:

    Grazie, fratello. Ci vediamo presto! ^___^

  2. Tom Bombadil ha detto:

    ^__^ ‘

Pubblica un commento