Cose preziose

jacopo nacci, 3 novembre 2011

Quello che leggevo era la mia vita, i miei pensieri, ero io che parlavo con un amico in un pub di Bologna o io che mi barcamenavo tra improbabili standard igienici in alloggi universitari, io che cercavo di capire qualcosa di politica municipale.

Da Parole vecchie ma ancora nucleari (prima parte) di Tom Bombadil.

Segui il rizoma

Persona e personaggio Camille Corot, Orfeo guida Euridice fuori dall'Oltretomba, 1861 Qualcuno disse che Orfeo il cantore abbia preferito perdere la “persona” Euridice,...
Persone Sabato 11 dicembre, alle 18.oo, presso il circolo l'Otto, parlerò con Federica Sgaggio del suo nuovo romanzo, L'avvocato G. C'è un'immagine che mi vie...
Ultrarno, Firenze, 30 aprile > LIBRERIA CUCINA CUCULIA via dei Serragli, 3R 19.00 Inizio del fast festival ULTRARNO / presentazione in prima regionale del libro “Pozzoro...
Un’immagine del bene (Questo post è fatto con le note a piè di pagina dell'ultimo episodio della Società dello Spettacaaargh!, al solito, su Scrittori Precari) Quando viv...

2 commenti a “Cose preziose”

  1. jacopo nacci ha detto:

    Grazie, fratello. Ci vediamo presto! ^___^

  2. Tom Bombadil ha detto:

    ^__^ ‘

Pubblica un commento