Ecco fera faccia di Gwar n.13

Jacopo Nacci, 12 settembre 2008
In quel tempo disse ai suoi monologhi: prendetevi tra voi e unitevi nella maniera più sapiente. E uscì. Quando tornò vide che alcuni monologhi erano rimasti esclusi. Assegnò allora un valore a ogni discorso composto di più monologhi e lo stesso valore a ogni monologo che era rimasto escluso.

Segui il rizoma

Ecco fera faccia di Gwar n.5 Come ogni volta che la notte gli vien tonda dal nervoso, alle sei del mattino gli occhi lucidati dalla veglia fissano luminosità impossibili e ...
Ecco fera faccia di Gwar n.4 Pur essendosi autoescluso per non sentirsi più escluso, c’è ancora chi lo stana appositamente per escluderlo. Un telefono gli vomi...
Ecco fera faccia di Gwar n.14 Ignora i segnali, le brecce, sorride e finge di niente, (va tutto bene! va tutto bene!,) fino a che il frastuono emesso dalla realtà raggiunge ...
Ecco fera faccia di Gwar n.8 La sua amica è rinata. Dopo una lunga storia che l'aveva resa stanca, logora, nervosa, egli l'ha ritrovata un giorno luminosa, paga, estasiata....

5 commenti a “Ecco fera faccia di Gwar n.13”

  1. jacopo nacci ha detto:

    @sarmigezetusa:

    mi sono immerso nella sorgente pagina e, annidato nel tuo commento, ho trovato questo.

  2. Blockenin ha detto:

    ciao jacopo
    sono passato per salutarti
    mi ero ripromesso di farlo.

    blockenin

  3. jacopo nacci ha detto:

    Oi Block!
    Buonasera ^^

  4. anarcadia ha detto:

    Ma chi sono quei tizi che fanno i letterati? :D

Pubblica un commento