Ecco fera faccia di Gwar n.5

Jacopo Nacci, 4 agosto 2008

Come ogni volta che la notte gli vien tonda dal nervoso, alle sei del mattino gli occhi lucidati dalla veglia fissano luminosità impossibili e le cuffie gli scaricano dentro al cervello un flusso di electrofunk, senza soluzione, a volume disumano.

Segui il rizoma

Ecco fera faccia di Gwar n.6 Che vi sia della vanità nell’obbedienza è cosa che finalmente oggi non lo turba. Ne ha avuto paura in passato; pensava: se la mia ...
Ecco fera faccia di Gwar n.11 Cerca con affanno tra le altre cose veramente importanti della sua vita. Puff, puff. Non trova niente.
Ecco fera faccia di Gwar n.4 Pur essendosi autoescluso per non sentirsi più escluso, c’è ancora chi lo stana appositamente per escluderlo. Un telefono gli vomi...
Ecco fera faccia di Gwar n.13 In quel tempo disse ai suoi monologhi: prendetevi tra voi e unitevi nella maniera più sapiente. E uscì. Quando tornò vide che alc...

3 commenti a “Ecco fera faccia di Gwar n.5”

  1. utente anonimo ha detto:

    finirà per ammalarsi

  2. jacopo nacci ha detto:

    Non ci si può far niente.

  3. anarcadia ha detto:

    E io che continuo a bastarmi la camomilla.

    “finirà per ammalarsi”

    Non GLI può far niente :D

Pubblica un commento