Ecco fera faccia di Gwar n.6

Jacopo Nacci, 10 agosto 2008

Che vi sia della vanità nell’obbedienza è cosa che finalmente oggi non lo turba. Ne ha avuto paura in passato; pensava: se la mia obbedienza contiene una briciola di orgoglio, di presunzione etica ed estetica, ecco che tutto cade ed essa nulla vale. Ma ha poi pensato quanto sarebbe presuntuoso e veramente un autoinganno pretendere e fingere e credere di ottenere da se stessi un’obbedienza priva di qualsiasi misura d’orgoglio. Sorride. C’è il sole, ma non è importante.

Segui il rizoma

Ecco fera faccia di Gwar n.14 Ignora i segnali, le brecce, sorride e finge di niente, (va tutto bene! va tutto bene!,) fino a che il frastuono emesso dalla realtà raggiunge ...
Ecco fera faccia di Gwar n.16 Karma Police,I've given all I can.It's not enough.
Ecco fera faccia di Gwar n.12 Si alza e cammina a piedi nudi nella sua casa come dentro una città che è stata bombardata. Si porta le mani alla testa, e poi sugli occ...

Un commento a “Ecco fera faccia di Gwar n.6”

  1. anarcadia ha detto:

    Il “disinteresse interessato” e l’economia dei beni simbolici sono stati l’oggetto delle ultime mie letture. Edificante.

Pubblica un commento