Festa della Repubblica

Jacopo Nacci, 2 Giugno 2008

Ascolto Bob Marley ed è una bella giornata.
Allora penso di uscire, mangiare qualcosa e andare al parco a leggere.
Così esco. Entro nel bar sotto casa e chiedo cosa c’è di salato. La ragazza rumena al banco cerca inutilmente di elencarmi gli ingredienti dei pezzi salati mentre la padrona del bar urla cose a un amico che sosta fuori dal bar. A un certo punto la padrona fa alla ragazza:
-E sta zitta, diobono.
Prendo un pezzo di margherita, pago ed esco.
Vado verso il parco, dista qualche isolato. Ogni volta che mi avventuro sulle strisce pedonali la macchina in fondo alla strada accelera ringhiando, vuole passare per prima. Indietreggio. Attendo che la strada sia deserta e passo.
Mentre cammino verso il parco mangio la pizza. Arrivato nei pressi del parco entro in un altro bar per prendere il caffè. Mi avvicino al banco e per due volte, prima che riesca a parlare, qualcuno allunga un gomito sulla mia spalla e urla un’ordinazione. Alla fine la barista mi guarda interrogativa.
-Un caffè, perfavore.
-EH?!
-Un caffè, perfavore.
Un piattino viene lanciato sotto i miei occhi. Dopo mezzo minuto arriva la tazzina. Il caffè è buono. Penso a Manfredi: se non è buono che piacere è, eh. Vado alla cassa. La cassiera mi guarda interrogativa.
-Pago un caffè.
-Un euro.
-Ecco qui. Grazie, arrivederci.
Nessuna risposta. Esco dal bar. Guardo il parco. Mi giro e comincio ad andare. Accelero il passo per tornare a casa il prima possibile, ad ascoltare Bob Marley.

Segui il rizoma

Dogma -Ok. -Eh? -Ok. Clicca Ok. No, no… cos.. -Che c'è? -Hai chiuso la finestra cliccando Cancel! -Tanto non avevo cambiato alcun parametro......
Di fronte a lui (clicca sulle tavole per ingrandirle) Di fronte a lui, Alessandro Baronciani e Jacopo Nacci. Apparso su "Concrete - lo spirito contin...
Bologna-Pesaro ICplus Rossini Mamma: - Hai deciso chi invitare per il tuo compleanno? Figlio: - Sì, invito Norman… Loris… Denis… Antonio… Mamma...