Francesco Cristiano recensisce Dreadlock

jacopo nacci, 13 dicembre 2011

Dreadlock visto da Antonio Sileo

Una fittissima rete di collegamenti fra i pochi protagonisti, le citazioni sull’attuale realtà italiana che in questo momento imperversa, sono raccontate da Nacci con originalità e fantasia, ma affondano nella crisi totale dei valori, nell’odio che sfocia nella xenofobia, nel razzismo e soprattutto in un contesto offeso e perseguitato da media e Potere (Stato e Polizia). Degna di nota la citazione di un’intervista di Umberto Eco: “La società richiede che il giovane laureato s’inventi un mestiere, e se quel giovane è in grado di inventarselo, è perchè qualcuno gli ha insegnato una forma di pensiero flessibile”, trasformata in odio da un ladro che in realtà era un dotto laureato, preda della crisi.

Il punto di forza di Dreadlock, è appunto il fatto di decontestualizzare il vero, dandogli un alone di fantastico, pur rimanendo sempre con i piedi per terra.

Francesco Cristiano recensisce Dreadlock su Radio Ciroma 105.7FM.

L’autore del ritratto di Dread è Antonio Sileo.

Segui il rizoma

Campioni di Radici Uno e due brevi assaggi. "Radici", il secondo dei tre racconti che compongono Lo zelo e la guerra aperta, esce per intero domani sul blog di Ilaria ...
Guida ai super robot su Liberi di scrivere Groizer X, 1976 Non è il primo libro ad uscire in tema, da quando i fan di quei giganti d’acciaio hanno potuto iniziare a riflettere non più da bamb...
Porpora commenta Dreadlock I Laureati visti da Giulio Giordano Curioso come il rapporto con le forze del Male – qui interpretato principalmente dal Grottesco nel volto del c...
Due nuove recensioni per Guida ai super robot Daitarn 3, 1978 Guida ai super robot incassa con orgoglio l'approvazione di Banzai-Dojo, il sito del mangashop Banzai di Padova: Pensavamo di sap...

Pubblica un commento