Lavori sporchi

Jacopo Nacci, 14 aprile 2009

Segui il rizoma

Lo scrittore vero secondo Ivanov Qualcosa non quadra, pensò. Naturalmente alla notte insonne del caporedattore si aggiunse la notte di felicità e vodka di Ivanov, che decise di fest...
Dimanche Il demonio ingannerà alcuni nel modo seguente. In maniera del tutto straordinaria infiammerà i loro cervelli di passione per l'obbedienza alla...
Fuori (uno) Pietro intanto se ne stava seduto fuori nell’atrio. Una serva gli si avvicinò e gli disse: «Anche tu eri con Gesù, il Galileo». Ma egli negò innanzi...
Indignazione e satira nell’Osceno «Fa ancora parte dell'indifferenza prodotta dall'Osceno il fatto 
che ci si indigni. Benché appartenga alle reazioni spontanee che questo 
sistema p...

2 commenti a “Lavori sporchi”

  1. anarcadia ha detto:

    Ci credo, che taluni cercano di salvarsi dalla bellezza.

    Grazie.

  2. jacopo nacci ha detto:

    Sequenza spaventosa. Kyashan e Friender difendono Janice e i suoi spettatori, destinati alla distruzione, dalle orde disperate in cerca di pezzi di ricambio. Tristezza della necessità, irriducibilità reciproca del sacrificio obbligato e della colpa della violenza.

Pubblica un commento