Lavori sporchi

Jacopo Nacci, 14 aprile 2009

Segui il rizoma

Il cinema del padre di Alvise (estratto) Sapevo però che da San Marino il padre di Alvise tornava con decine di videocassette VHS, perché questo Alvise lo diceva sempre, e citava Totò, Alber...
Girato al contrario Un estratto da La seconda persona di Demetrio Paolin: Il caffè nella macchina sale e copre il rumore dell’acqua. Sei circondato dall’acqua, lui è in ...
Anni '90 Cinque minuti dopo, stanno già vagando impazziti per le stradelle del triangolo Santa Croce-piazza Sant’Ambrogio-arco di San Pierino. Sbucano in una...
Immersioni Per le emersioni vedi qui. «Che?... » mormorò Rohan con voce tremante, quasi trattenendo il respiro. Nel gergo degli equipaggi quell'apparecchio er...

2 commenti a “Lavori sporchi”

  1. anarcadia ha detto:

    Ci credo, che taluni cercano di salvarsi dalla bellezza.

    Grazie.

  2. jacopo nacci ha detto:

    Sequenza spaventosa. Kyashan e Friender difendono Janice e i suoi spettatori, destinati alla distruzione, dalle orde disperate in cerca di pezzi di ricambio. Tristezza della necessità, irriducibilità reciproca del sacrificio obbligato e della colpa della violenza.

Pubblica un commento