Metallo urlante

jacopo nacci, 30 ottobre 2007

Gli uffici della Torraccia, da fuori, fanno una scacchiera di rettangoli che riflette il piombo del cielo. Imperscrutabili, sembrano nascondere mestieri e mansioni da scrivanie hi-tech e computer all’ultimo sistema operativo, distributori di caffè, ambienti caldi e depurati. Chissà come sembrano piccoli, da lì, quelli che ogni mattina sbarcano dall’autobus, scendono la scaletta metallica attenti a non scivolare nei giorni di pioggia, per andare a infilarsi come topi nei buchi dei piani bassi. E chissà che grasse risate o che dolorose preoccupazioni dietro i vetri imperscrutabili, stamane, quando il gagiotto con l’eskimo verde è volato sulla scaletta, le gambe all’aria e lo scontro di carne e metallo, per poi rialzarsi e gridare e correre verso il suo buco; e per poi uscirne appena mezz’ora dopo, correndo nella postura del pianeta delle scimmie verso la fermata dell’autobus.

Segui il rizoma

Ecco fera faccia di Gwar n.11 Cerca con affanno tra le altre cose veramente importanti della sua vita. Puff, puff. Non trova niente.
Confrontation II I fatti che andremo a narrare non sono realmente accaduti, ma ciò non toglie che essi potrebbero accadere in quella regione che si trova ai con...
Ecco fera faccia di Gwar n.16 Karma Police,I've given all I can.It's not enough.
All the leaves are brown All the leaves are brown and the sky is gray. I've been for a walk on a winter's day. I'd be safe and warm if I was in L.A. California dreamin' on suc...