Anthem

Jacopo Nacci, 15 gennaio 2005

Dal Fedro di Platone:

Socrate: Per quanto mi riguarda, o Fedro, considero acute queste interpretazioni, però proprie di un uomo molto esperto e anche in gamba, ma anche non troppo fortunato: se non altro per il motivo che, dopo questo, per lui diventa necessario raddrizzare la forma degli Ippocentauri, poi quella della Chimera, e gli piove addosso tutta una folla di tali Gorgoni e Pegasi e di altri esseri straordinari e le stranezze di certe nature portentose. E se uno, non credendoci, vuole portare ciascuno di questi esseri in accordo con ciò che è verosimile, servendosi di una sapienza rustica come questa, dovrà avere molto tempo libero a sua disposizione.

Ma per queste cose io non ho tempo libero a mia disposizione. E la ragione di questo, amico mio, è questa: io non sono ancora in grado di conoscere me stesso, così come prescriverebbe l’iscrizione di Delfi; e perciò mi sembra ridicolo, non conoscendo ancora questo, indagare su cose che mi sono estranee. Perciò, salutando e dando l’addio a tali cose e mantenendo fede alle credenze che si hanno di esse, come dicevo prima, vado esaminando non tali cose, ma me stesso, per vedere se non si dia il caso che io sia una qualche bestia più intricata e più preda di desideri più di Tifone, o se, invece, sia un essere vivente più mansueto e più semplice, partecipe per natura di una sorta divina e senza fumosa arroganza.

Segui il rizoma

Radici Non è per niente cristiano il mito della “radici cristiane” dell’Europa. Perfino nella messa cattolica c’era un momento splendido – ma che fine ha fat...
Indagine sulla rabbia Da La futura classe dirigente, di Peppe Fiore: La margherita della pizzeria L’Economica sfilaccia penosamente alla prima fetta. Francesca mi descrive...
Solaristica (3) «Un altro volumetto rilegato in pelle si era infilato fra le annate dell’Almanacco. Prima di aprirlo rimasi un po’ a rimirarne la copertina rovinata...
Egemonia e grandi narrazioni Le due tavole sono tratte da Batman: The Killing Joke, di Alan Moore e Brian Bolland, DC Comics 1988, pubblicato per la prima volta in Italia da Riz...

5 commenti a “Anthem”

  1. boll ha detto:

    lessi cosa scrivesti nella descrizione di lisa..un sorriso….direi che hai reso l’idea, in generale, di cosa sia lisa per chi ha letto il tuo libro..

  2. jacopo nacci ha detto:

    Sì, va bene Boll, però adesso mi spieghi chi diavolo è Lisa (che poverina è pure simpatica) e perfavore ti levi quel tono aulico da sopra al giubbotto? Che ti sei fulminato? …eh!eh!… O sarai mica innamorato? …eh!eh!eh!…

  3. boll ha detto:

    nn è tono aulico, è parentela sicula che mi fa propendere per il passato remoto…cmq lisa è solo una lisa vista una volta in vita mia con faccia da lisa..ma solo tu potevi spiegare, per conto terzi, come è la faccia da lisa…cmq no tranquillo, nessun innamoramento in vista…cmq sbaglio o sei sempre on line?! ti stai appassionando!?

  4. violaidi ha detto:

    Jago!!! Ma sei un copione!! Mi hai fregato le considerazioni personali :P

  5. jacopo nacci ha detto:

    Per il dio, come si fregano le considerazioni personali?
    Sì, sto sempre in linea perché in realtà sto incasinato con la burocrazia dell’università, dunque tra un caricamento e l’altro vengo a rompere i coglioni a voi … ^.^

Pubblica un commento