(oltre) I limiti dell’interpretazione

jacopo nacci, 28 marzo 2010

Facebook interpreta

Segui il rizoma

Indignazione e satira nell’Osceno «Fa ancora parte dell'indifferenza prodotta dall'Osceno il fatto 
che ci si indigni. Benché appartenga alle reazioni spontanee che questo 
sistema p...
I forni Mia madre mi dice che manca un po’ di roba. Mi chiede se passo a fare la spesa prima di tornare a casa. Così vado. Il discount è p...
Tu sei un altro Sabato alle 16.30 alla Biblioteca San Giovanni, a Pesaro, Demetrio Paolin e io presentiamo La seconda persona, poi Demetrio legge un inedito, o forse ...
Il modo in cui s’inginocchiavano Da "L'argine delle abitudini", in L'ora migliore e altri racconti, di Simone Ghelli: «Abbandonò il suo film preferito - perché quel viaggio era sem...

2 commenti a “(oltre) I limiti dell’interpretazione”

  1. unastranastrega ha detto:

    :))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))

  2. Jacopo Nacci ha detto:

    ^__^

    Da notare che non solo FB oltrepassa i limiti dell’interpretazione, ma lo fa in direzione di un abbassamento del livello.

Pubblica un commento