One day one trip 6

Jacopo Nacci, 25 giugno 2007

18:12
Capo: -Cosa fai? Selezioni tutti i nominativi?
Jago: -Devo spostarli uno per uno?
Capo: -E certo! Sei matto?
Jago: -Forse, ma perché devo spostarli uno per uno?
Capo: -Perché se li selezioni tutti e ti si cancellano?
Jago: -Eh?
Capo: -Se li selezioni tutti e ti si cancellano?
Jago: -Cioè: se li seleziono tutti, premo il tasto destro, dico ‘cancella’, rispondo ‘sì’ al ‘sei sicuro?’ e poi svuoto il cestino? Mi sembra un’ipotesi improbabile.
Capo: -Perché?
Jago: -Perché dovrei farle io, tutte queste cose.
Capo: -Certo, tu sei l’unico che sa usare il computer, vero?
Jago: -…
Capo: -Non mi piace per niente questa tua presunzione.

Segui il rizoma

Nella condizione irrevocabile Il fatto che si possa decidere di recarsi e vivere nel futuro non significa che chiunque possa tornare indietro nel tempo ogni volta che lo desidera, ...
Lupi del bosco orientale – L’intro Il pezzo letto in apertura al concerto-reading con i Lupi del bosco orientale. Quando scoprimmo la Terra – così chiamavano quel pianeta i suoi abitan...
St. Elmo’s Fire (ecco i miei denti) Il primo non può farcela, sai? Lo vedo, trasuda rabbia, è nervoso. Anche il suo corpo tradisce qualcosa della devianza repressa. La provincia fa male,...
Chiba City Blues Ora di pranzo. Sento delle voci dalla finestra aperta.– Mariaterè-saaa!– Ciao Gaietta! Vai a mangiare? Salutami la mamma.– Sì ma ho già mangiato due b...

6 commenti a “One day one trip 6”

  1. anarcadia ha detto:

    Un bel “copia&incolla”, invece? :D

  2. mamikazen ha detto:

    Ecco qua, uno non può andarsene avanti in santa pace a pane e stereotipi, non può navigare tranquillo nel suo mare di trantranismo lavorativo dormicchiante che… sbam! s’infrange sullo scoglio del buonsenso jaghista, rischiando un bel colpo apoplettico, complice l’afa.
    Devo dirlo… una metafora così lunga e brutta non m’era mai uscita… ma tant’è.

  3. mrsme ha detto:

    ma quest’uomo qui è sempre appollaiato sullo schienale della tua sedia pronto a coglierti in fallo?? ma alla macchinetta del caffè, tipo, non ci sta mai??

  4. jacopo nacci ha detto:

    una metafora così lunga e brutta non m’era mai uscita

    credimi, so di fare di peggio…

    ma quest’uomo qui è sempre appollaiato sullo schienale della tua sedia pronto a coglierti in fallo??

    Sì…

  5. anarcadia ha detto:

    “Sì…”

    Ti capisco, credimi.

Pubblica un commento