Ordo amoris (Allogenesi)

Jacopo Nacci, 27 aprile 2009

Frida Kahlo, Abrazo Amoroso

L’uomo può amare una cosa, un valore come quello della conoscenza, può amare questa o quell’altra immagine della natura, può amare un uomo come amico o in qualsiasi altro modo: tutto ciò significa sempre che egli nel suo centro personale esce da sé come unità corporea e che tramite e in tale azione egli coopera ad affermare la tendenza di un oggetto altro da sé verso una perfezione ad esso appropriata; coopera inoltre a realizzare tale tendenza, a sostenerla e a benedirla.

Max Scheler, Ordo amoris, 1914-1916

Segui il rizoma

Introiezione del conflitto La schizofrenia è esattamente, precisamente, modello dei rapporti di lavoro che ci interessano. La schizofrenia è il sostituto psicotico del conflitto...
Radici Non è per niente cristiano il mito della “radici cristiane” dell’Europa. Perfino nella messa cattolica c’era un momento splendido – ma che fine ha fat...
Così perfetto Un mercante sulla Strada Reale, ai tempi del re persiano Dario Non ci sarà mai un’altra strada come questa. Voi non potete neanche immaginarla, per...
Dimanche «Il Creatore fece i sensi proiettati verso l'esterno: essi vanno al mondo della materia esteriore, non allo Spirito interno. Ma un saggio che vide l'i...