The verde

Jacopo Nacci, 31 marzo 2008

Non avevamo davvero sogni. Potendo, avremmo lasciato tutto com’era: lo sapevamo, in fondo all’anima, che dopo la laurea sarebbe stato impossibile continuare a fingere d’essere adulti. E forse non possiamo lamentarci, ché l’abbiamo avuta anche noi, la nostra parte di vita.
Ricordo infatti la scrivania di ciliegio e la pioggia sui tetti rossi oltre la finestra. Ricordo la musica del piano e il calore dei termosifoni. Ricordo i libri della biblioteca e il giardino di via Frassinago in primavera.

Segui il rizoma

?Battiato Con il Corano chiuso affinché il Profeta non sentisse

Limùn mi trasmetteva la segreta tradizione del cesso siberiano

che è costituito di due bastoni...
Ecco fera faccia di Gwar n.4 Pur essendosi autoescluso per non sentirsi più escluso, c’è ancora chi lo stana appositamente per escluderlo. Un telefono gli vomi...
Ecco fera faccia di Gwar n.10 …ra Agape stringe Eros all’angolo, destro ancora destro e… bum, mamma mia che sinistro, Eros chiude la faccia dà il fianco,...
Ecco fera faccia di Gwar n.7 Di solito non perdona per non ingannare l’interlocutore: l’interlocutore è portato, no, non è portato: è proprio pron...