Ecco fera faccia di Gwar n.12

Jacopo Nacci, 6 Settembre 2008

Si alza e cammina a piedi nudi nella sua casa come dentro una città che è stata bombardata.
Si porta le mani alla testa, e poi sugli occhi.
Ricomincia a piangere.